NON TI SCORDAR MAI DI ME


ricamo, inchiostro e grafite su carta | 29,5 x 21 cm

IL TUO PROFUMO


ricamo, inchiostro e grafite su carta | 15 x 21 cm

RADICI


ricamo, inchiostro, grafite e collage su carta | 17 x 11,5 cm

IL SONNO NEL DESERTO



Fronte e Retro | ricamo, china e acrilico su tela | 21 x 30 cm

MEMORIA DEL TUO VOLTO

10x15 cm | acquerello, ricamo e grafite su carta da tè applicata su tela

SIAMO LE RADICI DEL NOSTRO AMORE


30 x 50 cm | grafite, acquerello, inchiostro, ricamo e muffa naturale su carta

IL VOLUME DEL TUO CUORE


12,5 x 19 cm | ricamo, grafite e acquerello su carta

PENSIERO ILLEGGIBILE | Libro d'artista


 
ottobre 2017 | 11,5X17,5 cm | rilegatura a mano

Al suo interno un pensiero illeggibile, versi liberamente tratti
da una lirica del poeta Camillo Sbarbaro.
    

PIETAS II


LA LOTTA

11 x 15,3 cm | inchiostro, ricamo e collage su carta


CORPO VEGETALE


10,5 x 19,5 cm | inchiostro e cera su carta

"Che cosa sto facendo, qui, in questo inverno senza fine?”

Franz Kafka, La metamorfosi

AMOUR

 inchiostro, ricamo e cera su carta | 18 x 25,5 cm

PENSIERO D'AMORE

ricamo, acrilico e inchiostro su tela vergine | 24,5 x 29,5 cm

ANIME STORTE


Artwork per l'ultimo disco di Bobo Rondelli, Anime Storte

Leggi QUI l'intervista

TACITA PRESENZA


"E conservai sotto le palpebre i dolci ologrammi della sua nudità."

J. Baudrillard

AMORE SOLO


Libro d'artista - AMORE SOLO pag. 14
testi liberamente tratti da "Il piacere" di G. D'Annunzio (1889)

"Allora, d’improvviso, una specie di esaltazione sentimentale 
prese l’anima di quei due, in cospetto della solitudine."

SEGNI D'AMORE | Libro d'artista

Libro d'artista

-

Io non stavo mai bene
in mezzo a tanta gente
-
Alla gente 
preferivo i campi per pensare
-
I pensieri nascono quando
un raggio di luce attraversa la finestra
e tu provi a respirarne i pulviscoli luminosi
-
Sono così tanti e veloci
che non li puoi contare
-
Alcuni pulviscoli provengono 
da zone lontane dell'universo,
forse da pianeti che non conosceremo mai
-
Sono tanti i pensieri...
Rischi di affogarci dentro
-
Ma alla gente il tempo per pensare non interessa.
Contano le scelte che fai
e le strade che prendi
-
Delle volte rischiamo di perderci
e vediamo la strada a intermittenza
-
Ma nel caos delle nostre vite
chi si dedica al silenzio, prima o dopo,
trova la propria armonia di stare al mondo
-
Ho provato a disegnarla più volte, l'armonia.
Questa è la radiografia del mio animo
Io vago da qui all'eternità
-
Gli animi più fertili sono quelli che
hanno percorso campi di solitudine
e mari di dolore
-
Così un giorno, inaspettatamente,
fui pronta per riceverti nella casa
del mio cuore
-
Dal nostro incontro 
nacque una pianta,
nacque un sentimento
-
Nacque l'amore
-
La strada è più facile 
se percorsa insieme.
Da qui all'eternità











31 pagine - giugno 2017 | 12X16,5 cm | rilegatura a mano

La Montagna Sacra


inchiostro, china, e ricamo su tela | 29,7 X 40 cm

"Le alte montagne sono per me un sentimento."

George Byron

POESIA DEI RITORNI - Sofia Rondelli

POESIA DEI RITORNI


10 Novembre 2016 -  7 Gennaio 2017

                          
Opening: giovedì 10 Novembre 2016 alle ore 18:00

Studio d'Arte Cannaviello
Piazzetta Bossi 4 - Milano






La mostra personale di Sofia Rondelli, Poesia dei ritorni, propone più di trenta opere pittoriche nate dopo un lungo lavoro di gestazione avvenuto tra le mura del suo atelier a Torino, città dalle mansuete colline dove la “nebbia è più luminosa del sole” per dirla con le intime parole di Felice Casorati quando, nel 1918, si stabilì definitivamente nel capoluogo piemontese. L’artista manifesta un intimo colloquio con la profondità onirica del suo essere, frutto di un retaggio culturale maturato negli anni da uno studio fecondo nel quale letteratura e poesia circoscrivono il suo immaginario. Di assoluta importanza è la peculiarità del supporto in cui fioriscono, attraverso la soluzione grafica del segno, scampoli narrativi densi di mistero. Un’aura malinconica attornia le figure in continua metamorfosi, colte talvolta nella “gettatezza” sfinita sull’altro (e non sul mondo, come esplicava Heidegger). L’altro è ignoto, complesso, oscuro, meraviglia infinita che inaugura un lavoro di scavo nell’interiorità spirituale. La conoscenza del sé si plasma nell’alterità di uno sguardo pungolato dal desiderio e tradotto in piccoli segni che rinunciano alla definizione esatta della figura, preferendola evanescente e inafferrabile, come se la materia venisse sublimata in pulviscoli molto più simili alla composizione rarefatta dei sentimenti.

Rondelli, fin dalla prima evoluzione della sua cifra stilistica, ha sempre dimostrato un netto rifiuto verso l’accecante candore della carta vergine. Il suo lavoro ha inizio con l’appassionante fase della ricerca: vaga inquieta tra i banchi d’antiquariato, si aggira per esplorare il retro di vecchie stampe, carte topografiche, lettere e incisioni. I venditori restano increduli quando la scrutano sfogliare il retro delle stampe; essi non comprendono dove risieda la magia poiché forse non si sono mai fermati ad osservare la bellezza estetica del tempo, ad auscultare la verità organica che si palesa davanti a loro. Sorgono così piccole storie d’amore: amore per la casualità delle macchie sorte grazie al processo di ossidazione, amore per la memoria del tempo che lentamente si deposita, amore per una narrazione preesistente che attende di essere rivelata con l’interpunzione data dal segno, dal punto ricamato e da leggere velature di acquerello. Le opere nascono dal fondaco dell’anima, dalla coltre del silenzio in cui vanno a depositarsi roventi tematiche esistenziali adombrate dalla vena elegiaca dell’amore. La mostra sarà accompagnata da un catalogo dove le opere si alterneranno ad alcuni scritti inediti e personali dell’artista.

Sofia Rondelli (Pietrasanta, 1991), vive e lavora a Torino. Si è diplomata all’ Accademia di Belle Arti di Carrara con una tesi su La crisi dello spirituale e si è specializzata in pittura all’Albertina di Torino. Nel 2014 ha esordito con la sua prima mostra istituzionale “L’elogio del dormiente” tenutasi a Lucca. Ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e ha già esposto allo Studio d’arte Cannaviello.  

Punta Manara


grafite, china, acquerello e ricamo | 12,5 X 15 cm

Punta Manara   -  Carnet erotico VII

Siamo lapilli che s'incontrano


grafite | 25,5 X 20 cm

Ultima notte a Pompei   -  Carnet erotico VI

La danza del polline


grafite, china, ricamo su carta | 10,5 X 15 cm

Carnet degli spilli

Insonnia


grafite, china, ricamo su carta | 10,5 X 15 cm

Carnet degli spilli

I più grandi dolori della mia vita si attenuano quando,
aprendo la finestra che dà dentro di me, 
posso dimenticare me stesso alla vista del suo movimento.
Non ho mai preteso di essere nient'altro che un sognatore.

F. Pessoa

Siamo la montagna


grafite, acquerello su carta | 25,5 X 20 cm



Siamo pulviscoli che s'incontrano


grafite, acquerello su carta | 25,5 X 20 cm

Carnet erotico V


Quando non ci sei gusto la tua presenza che m'invade come un oceano. 
Resto inerme con il corpo ancora caldo, fumenti d'amore che evaporano dalla pelle ambrata,
 gli occhi stanchi perché han troppo scavato nell'innocenza candida 
della tua anima che si svela nelle giornate più sorde. 
Questo amore mi tiene sotto assedio; 
crescono fiori alpini dal mio petto trafugato.

Taccuino Nero - 26.02.16


Giove e Io


grafite, acquerello su carta | 25,5 X 20 cm

Carnet erotico IV

Il trascinatore di memorie


La madre


grafite e acquerello su carta | 19 X 12,5 cm

Il pensiero fisso


grafite, acquerello su carta | 17,5 X 11 cm

Pensiero organico


grafite, acquerello su carta | 22,5 X 17,5 cm

Carnet erotico III


L'essere che più si fa amare è quello che concede di più all'invenzione,
che stimola l'invenzione, che si fa creare e ricreare dall'altro.

P. Valéry

Il pensiero piantato


Villa Genero - Torino

grafite, acquerello | 19 X 23 cm