Sogno apuano


Non esistono stranieri
ma soltanto persone venute da molto lontano

ELOGIO DEL DORMIENTE


Sono lieta di annunciarvi che a Lucca 
si terrà la mia prossima mostra personale 
presso gli spazi della Fondazione Banca del Monte di Lucca

A cura di Marco Palamidessi


Sabato 15 novembre 2014 ore 18.00
Piazza San Martino 7



COMUNICATO STAMPA


Inaugura sabato 15 novembre alle 18 nelle sale del Palazzo delle Esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza San Martino, 7) “L’elogio del dormiente”, la personale di Sofia Rondelli, che porterà in mostra le sue opere pittoriche in cui riesce a cogliere la liricità del tempo attraverso i suoi personalissimi rimandi letterari.

La sua poetica, che abbraccia il genere onirico e si fa interprete di figure umane pervase di melanconia, presta un’attenzione sensibile verso la superficie di lavoro in vista di un raggiungimento equilibrato ed armonioso all’interno della commistione pittorica. La mostra sarà un vero e proprio “Elogio del dormiente”.

Con i suoi ventidue anni, Sofia Rondelli è la più giovane tra gli artisti che hanno esposto nelle sale della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Questa mostra rappresenta per lei un vero e proprio debutto. Pittrice di talento, dalla spiccata sensibilità umana, si esprime con una raffinatissima ricercatezza formale: equilibrio, delicatezza delle materie cromatiche e levità delle figure sono soltanto alcune delle peculiarità del suo inconfondibile stile”, spiega il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Alberto Del Carlo.

Per mezzo di una padronanza tecnica straordinaria, Sofia dipinge i suoi sogni per viverli. Le sue opere sono il risultato di un diuturno intimo colloquio - vigile e concreto - con la propria profondità onirica che da sempre sente di voler esplorare. L’invenzione del suo fiabesco cosmo figurativo, ben piantato sulle nuvole e regolato da una struttura armonica e leggera, scaturisce dall’intimo bisogno di opporsi ad una vita frenetica e fin troppo chiassosa; il suo scopo è dipingere per manifestare al mondo figure  cariche di simbolismi privati che popolano i suoi sogni, ma anche le emozioni, i desideri e le inquietudini. Il suo vedere va oltre le dinamiche oggettive e le forme percepibili della realtà, cogliendo non quello che è apparente nel mondo visibile, bensì ciò che si presenta al suo occhio interiore”, scrive di lei il curatore della mostra Marco Palamidessi.

Nel catalogo saranno presenti i testi di Alberto Del Carlo, Marco Palamidessi, Bobo e Sofia Rondelli, Stefano Ciaponi, Claudio Cargiolli, Fabio Sciortino. La colonna della mostra è stata appositamente composta dal M° Arduino Gottardo, socio dell’Associazione di Musica Contemporanea “Cluster”, presieduta dal M° Francesco Cipriano, ideatore del progetto di sonorizzazioni di mostre selezionate della Fondazione Banca del Monte di Lucca. La mostra resterà aperta fino al 7 dicembre a ingresso libero rispettando il seguente orario: dal lunedì al venerdì 15:30-19:30; sabato e domenica 10-13, 15:30-19:30.  

Arte e solidarietà



Martedì 28 ottobre 2014, alle ore 18
 verrà inaugurata a Palazzo Cenami di Lucca
una mostra benefica elegantemente allestita e curata
 da Marco Palamidessi e Davide Sallustio.

Troverete una mia opera e, tra i tanti artisti presenti,
ci saranno anche Lisandro Rota, Antonio Possenti,
Fabio Sciortino, Alexander Daniloff.


Per maggiori info, clicca qui

Ho parlato a una capra


Ho parlato a una capra.
Era sola sul prato, era legata.
Sazia d’erba, bagnata
dalla pioggia, belava.

Quell’uguale belato era fraterno
al mio dolore. Ed io risposi, prima
per celia, poi perché il dolore è eterno,
ha una voce e non varia.
Questa voce sentiva
gemere in una capra solitaria.

In una capra dal viso semita
sentiva querelarsi ogni altro male,
ogni altra vita.

Umberto Saba

So Surreal So Pop



Giovedì 26 giugno 2014

si inaugura alla storica Galleria Davico di Torino

SO SURREAL SO POP


Saranno presenti 11 miei quadri e, tra gli artisti in mostra, anche
Andrea Berlinghieri, Angelo Barile, Sabino Galante, 
Tomoko Nagao, Fabrizio Roccatello


Vi aspetto!





Per maggiori informazioni, clicca Qui

L'attesa genera fiori interiori


Aspettandoti, mi riempirò di bellezza.

La memoria interiore


Di loro conserverai la memoria interiore - materia invisibile.

Foto di ignoti del 1929, carta, tessuto



Aura del bacio


Tecnica mista su carta,
con francobollo del 1912 tratto da una lettera d'amore.

ELOGIO DEL DORMIENTE

Lucca, 3 febbraio 2014


Oggi è uscito il calendario degli eventi espositivi che animeranno per tutto il 2014,
 le sale della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Con grande gioia ed entusiasmo
ho accettato l'invito di partecipare con una mia personale
che si terrà dal 15 novembre al 7 dicembre,
dove, esposta, sarà sia la produzione grafica che quella pittorica.



dal Comunicato Stampa:

Giovanissima artista di talento dalla spiccata sensibilità, Sofia Rondelli porterà in mostra, dal 15 novembre al 7 dicembre, le sue opere pittoriche in cui riesce a cogliere l’essenza della natura e dell’esistenza attraverso i suoi personalissimi rimandi letterari. La sua poetica, che abbraccia il genere fantastico e si fa interprete di figure umane pervase di melanconia, presta un’attenzione sensibile verso la superficie di lavoro in vista di un raggiungimento equilibrato ed armonioso all’interno della commistione pittorica. La mostra sarà un vero e proprio “Elogio del dormiente”. Ventiduenne, Sofia Rondelli è la più giovane artista in assoluto ad essere ospite della Fondazione BML. Di lei si sono occupati, tra gli altri, grandi artisti del calibro di Omar Galliani, Fabio Sciortino e Claudio Cargiolli.

Curatore: Marco Palamidessi





Ingresso libero a tutte le esposizioni
Calendario ed orari di apertura differenziati per ciascun evento
Sede espositiva: Palazzo della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Piazza San Martino, 7 – 55100 Lucca

Clicca qui per visualizzare il comunicato per intero.



Cavallo di Nietzsche


Circa l'abbraccio al cavallo, non capisco perché se ne sia parlato tanto. 
Abbracciare un così nobile animale, non costituisce, di per sé, una prova di pazzia.
 Episodi di questo genere sono assai frequenti fra gli animi eletti. Piero Martinetti, per esempio, 
quando dal suo romitorio di Spineto si recava a Castellamonte, comperava un pacco di dolci
 e andava subito a trovare “un suo vecchio amico”, ossia un asino di proprietà di uno spazzino. 
Dopo avergli detto “caro collega, eccomu qua” gli dava le leccornie. 
Qualcosa di simile fece anche il Gobineau:
 un giorno vide un asinaio trattare così spietatamente il povero animale carico che, 
per far cessare il tormento, lo comprò, gli procurò alcuni giorni di riposo e di greppia ricca 
e poi lo cedette a padroni più umani.

La tragedia di Nietzsche a Torino 
 Anacleto Verracchia

Bompiani, 1997

L'altra faccia della luna



Lunedì 10 febbraio 2014, ore 11
Vezzi D'Arte - Via Eugenio Chiesa 1F

farò ritorno a Carrara
per inaugurare la bipersonale

L'altra faccia della luna

Miho IkedaSofia Rondelli 

Vi aspettiamo numerosi!