POESIA DEI RITORNI - Sofia Rondelli

POESIA DEI RITORNI


10 Novembre 2016 -  7 Gennaio 2017

                          
Opening: giovedì 10 Novembre 2016 alle ore 18:00

Studio d'Arte Cannaviello
Piazzetta Bossi 4 - Milano






La mostra personale di Sofia Rondelli, Poesia dei ritorni, propone più di trenta opere pittoriche nate dopo un lungo lavoro di gestazione avvenuto tra le mura del suo atelier a Torino, città dalle mansuete colline dove la “nebbia è più luminosa del sole” per dirla con le intime parole di Felice Casorati quando, nel 1918, si stabilì definitivamente nel capoluogo piemontese. L’artista manifesta un intimo colloquio con la profondità onirica del suo essere, frutto di un retaggio culturale maturato negli anni da uno studio fecondo nel quale letteratura e poesia circoscrivono il suo immaginario. Di assoluta importanza è la peculiarità del supporto in cui fioriscono, attraverso la soluzione grafica del segno, scampoli narrativi densi di mistero. Un’aura malinconica attornia le figure in continua metamorfosi, colte talvolta nella “gettatezza” sfinita sull’altro (e non sul mondo, come esplicava Heidegger). L’altro è ignoto, complesso, oscuro, meraviglia infinita che inaugura un lavoro di scavo nell’interiorità spirituale. La conoscenza del sé si plasma nell’alterità di uno sguardo pungolato dal desiderio e tradotto in piccoli segni che rinunciano alla definizione esatta della figura, preferendola evanescente e inafferrabile, come se la materia venisse sublimata in pulviscoli molto più simili alla composizione rarefatta dei sentimenti.

Rondelli, fin dalla prima evoluzione della sua cifra stilistica, ha sempre dimostrato un netto rifiuto verso l’accecante candore della carta vergine. Il suo lavoro ha inizio con l’appassionante fase della ricerca: vaga inquieta tra i banchi d’antiquariato, si aggira per esplorare il retro di vecchie stampe, carte topografiche, lettere e incisioni. I venditori restano increduli quando la scrutano sfogliare il retro delle stampe; essi non comprendono dove risieda la magia poiché forse non si sono mai fermati ad osservare la bellezza estetica del tempo, ad auscultare la verità organica che si palesa davanti a loro. Sorgono così piccole storie d’amore: amore per la casualità delle macchie sorte grazie al processo di ossidazione, amore per la memoria del tempo che lentamente si deposita, amore per una narrazione preesistente che attende di essere rivelata con l’interpunzione data dal segno, dal punto ricamato e da leggere velature di acquerello. Le opere nascono dal fondaco dell’anima, dalla coltre del silenzio in cui vanno a depositarsi roventi tematiche esistenziali adombrate dalla vena elegiaca dell’amore. La mostra sarà accompagnata da un catalogo dove le opere si alterneranno ad alcuni scritti inediti e personali dell’artista.

Sofia Rondelli (Pietrasanta, 1991), vive e lavora a Torino. Si è diplomata all’ Accademia di Belle Arti di Carrara con una tesi su La crisi dello spirituale e si è specializzata in pittura all’Albertina di Torino. Nel 2014 ha esordito con la sua prima mostra istituzionale “L’elogio del dormiente” tenutasi a Lucca. Ha partecipato a numerose mostre collettive in Italia e ha già esposto allo Studio d’arte Cannaviello.